Pianeta Fresco

Tra la fine del 1967 e l’ “equinozio invernale” del 1968, Fernanda Pivano (direttore responsabile) ed Ettore Sottsass (Capo dei giardini), insieme ad Allen Ginsberg (direttore irresponsabile), pubblicarono a proprie spese la rivista “Pianeta Fresco”, che riprendeva il filo interrotto della precedente esperienza “Room East 128. Chronicle”, scritta dai due durante il ricovero di Sottsass a Palo Alto. Si tratta di un prezioso esercizio di stile, che mescola letteratura, grafica e musica, legati da una sequenza di narrazione cromatica davvero singolare; la tiratura del primo numero fu di 257 copie, come raccontò più tardi la Pivano, e il secondo, e ultimo, fu prodotto in un numero di copie leggermente inferiore. Attraverso quelle straordinarie pagine, si addensavano a Milano le nuove nebbie psichedeliche e i versi dei Rolling Stones diventavano citazioni letterarie per cogliere sgrammaticature esistenziali e sociali. La scrittura si frantumava e si ricomponeva seguendo spartiti sconosciuti che scuotevano gli intellettuali non disponibili alla sottomissione ideologica; quelle 257 copie sono in tal senso lo specchio delle élites italiane che considerarono la contaminazione il sinonimo più esplicito del virus. In questo senso, il 68 politico ha, per molti versi, desertificato la fertile trama underground che si era, pur flebilmente, diffusa tra il 1965 e il 1967 attraverso riviste come “Mondo beat”, “S” e “Urlo beat”, nate con i ciclostili, con i giradischi e con le matite colorate. Lo sforzo di sistematizzazione ideologica dei movimenti ideologici che negavano l’ideologia dei partiti ha schiacciato, con la sua potenza di fuoco, le visioni profondamente rivoluzionarie dei beat-nik; la politica ha congelato la cultura italiana nel freezer dei testi sacri e nei 45 giri di Gianni Morandi. (A.V)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in eventi, Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...